Covid 19 e fertilità maschile

Il Coronavirus influenza negativamente la fertilità maschile? Dall’inizio della pandemia, numerosi esperti hanno provato a rispondere a questa domanda.

I risultati scientifici sono contraddittori. Uno studio appena pubblicato su Reproduction [1], mostra come l’infezione da Covid-19 può causare un aumento della morte degli spermatozoi, dei markers dell’infiammazione e dello stress ossidativo, tutti elementi che si traducono in una potenziale riduzione della fertilità.

Alcuni ricercatori hanno indagato la presenza del virus all’interno del testicolo. Il virus SARS–CoV–2 (Covid-19) sfrutta l’enzima ACE-2 per penetrare le cellule umane e, attraverso questo meccanismo, induce l’infezione [2].

L’elevata espressione dell’ACE2 nei testicoli, in particolare nelle cellule del Leydig e del Sertoli, ha fatto ipotizzare la presenza di un reservoir virale a livello testicolare [3].

Questa ipotesi è stata smentita dal recente studio di Song et al. [4] che ha raccolto campioni seminali di 12 pazienti sopravvissuti alla Covid-19 e ha effettuato biopsie testicolari in pazienti deceduti per Covid-19 (Real-Time PCR). Nei campioni di seme e nelle biopsie non è stato trovato RNA virale. Questi risultati indicano che il virus non sarebbe in grado di infettare direttamente i testicoli o il tratto genitale maschile anche nella fase acuta.

In linea con questa teoria è la review pubblicata sulla rivista Royal Society Open Biology (5) che, pur non escludendo del tutto la possibilità che il coronavirus possa minacciare la salute riproduttiva maschile, sostiene che i problemi di fertilità potrebbero essere dovuti non tanto al virus di per sé, ma alle condizioni cliniche dovute all’infezione (febbre, ridotta ossigenazione e infiammazione), proprio come succede per molte altre infezioni virali, e che sono comunque risolvibili in pochi mesi.

 

Bibliografia

(1) Mali AS, Magdum M, Novotny J. COVID-19 impact on reproduction and fertility. JBRA Assist Reprod. 2021 Apr 27;25(2):310-313. doi: 10.5935/1518-0557.20200103. PMID: 33507714; PMCID: PMC8083847.

[2] – Illiano E, Trama F, Costantini E. Could COVID-19 have an impact on male fertility?. Andrologia.2020;00:e13654. https://doi.org/10.1111/and.13654

[3] – Cells 2020, 9, 920; doi:10.3390/cells9040920

[4] – Song, C., Wang, Y., Li, W., Hu, B., Chen, G., Xia, P., … Liu, Y. (2020). Detection of 2019 novel coronavirus in semen and testicular biopsy specimen of COVID-19 patients. medRxiv. https://doi.org/10.1101/2020.03.31.20042333

(5) Roychoudhury S et al. 2021 Viral pathogenesis of SARS-CoV-2 infection and male reproductive health. Open Biol. 11: 200347. https://doi.org/10.1098/rsob.20.0347